Nino Ucchino. Lignum et inox

In occasione della Settimana Santa quaresimale le Gallerie d’Arte Benucci e le Gallerie d’Arte La Nuvola presentano, lunedì 17 marzo alle ore 18.30, Lignum et inox. Arte e Fede nel tempo. Presenzieranno all’inaugurazione l’Assessore alle Politiche Culturali della Provincia di Roma Vincenzo Vita, Il Ministro dei Beni Culturali Francesco Rutelli, L’Assessore Regionale alle Politiche Agricole Daniela Valentini ed il Soprintendente al Polo Museale Romano Claudio Strinati.In occasione di questa mostra l’arte antica e l’arte contemporanea interagiscono sul tema comune della fede, in un confronto non solo cronologico ma anche tecnico: l’esposizione di opere antiche in legno e di sculture in acciaio inox del maestro Nino Ucchino mettono in parallelo due epoche diverse.

Verranno infatti presentate, nelle sale della galleria di via del Babuino, alcune tra le più rappresentative tavole fondo oro del XIII e del XIV secolo. Un Cristo ligneo policromo della cerchia del Verrocchio (Firenze, XV secolo) alto 163 cm sarà invece esposto all’entrata della galleria, creando una sorta di dialogo con due splendide opere di Nino Ucchino che verranno posizionate fuori della galleria, sul marciapiede di Via del Babuino. Si tratta di due colossali sculture alte due metri e mezzo interamente realizzate in acciaio inox, materiale che contraddistingue il lavoro dell’artista, rappresentanti l’effigie di Gesù in due momenti diversi della sua vita. Sono “Il Cristo” del 1998, raffigurante Gesù in atto benedicente e “Sturm” del 2008. Nelle opere si evince uno sguardo d’acciaio che sembra intenerirsi ed i gesti appaiono percorsi da un soffio che li anima. La tecnica usata dallo scultore, nato nel 1952 a Santa Teresa di Riva, è pregevole ed innovativa in quanto l’acciaio inox, prima di Ucchino, non è mai stato usato per rappresentare opere figurative. Le sue opere hanno destato l’interesse dei più grandi critici e storici dell’arte, fra i quali Giulio Carlo Argan.

Un’opera monumentale dello scultore, datata 1993 ed alta tre metri e mezzo dal titolo “La piramide e gli zoccoli” sarà invece esposta davanti al Museo Canova. L’opera rappresenta un asino sormontato dalla Piramide della Vita, simbolo notoriamente cristologico di onestà e fedeltà (l’asinello che scaldò Gesù bambino) e leit motiv della ricerca artistica di Ucchino. Lo scultore, che ha realizzato negli ultimi venti anni vari lavori rappresentanti l’animale, allegoria della civiltà contadina e della cultura dei popoli del Mediterraneo, spiega: “La nobiltà di questo animale è attestato dallo spirito di sacrificio con cui ha partecipato alla costruzione della nostra civiltà. Con il suo duro lavoro questo animale ha aiutato a sfamare intere generazioni. E quando non ce l’ha fatta si è inginocchiato dal peso. Ed è crollato, e a volte è morto. Sempre in silenzio”.

Nelle Gallerie La Nuvola di Via Margutta 51/a e 62/a verranno inoltre presentati alcuni recenti lavori dell’artista.

Nino Ucchino. Lignum et inox
Arte e Fede nel tempo

Inaugurazione: lunedì 17 marzo 2008, ore 18.30
Periodo: 17 – 22 marzo 2008

Gallerie d’Arte Benucci – Gallerie d’Arte La Nuvola
Via del Babuino 150/c – Via Margutta 51/a – Via Margutta 62/a
Roma

Fonte arte.go.it 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: