Individuate porzioni di territorio che si vorrebbero far passare da Forza d’Agrò a S. Alessio

Dopo le riunioni del consiglio direttivo del Comitato «Pro Scifì», tenutesi il 24 gennaio e il 12 febbraio, sono state definitivamente delineate le porzioni di territorio della frazione Scifì rispetto alle quali il comitato promuoverà lo scorporo dal comune di Forza d’Agrò e il passaggio al comune di S. Alessio.

Il progetto affidato al geom. Santino Mastroeni
Il progetto tecnico di scorporo è stato affidato dal comitato al geometra Santino Mastroeni, che si sta avvalendo anche della collaborazione dell’architetto Salvatore Coglitore e del geometra Carmelo Santisi. Referente tecnico interno del comitato è stato nominato il geometra Daniele Marrone.
Dopo le prime valutazioni sulle porzioni di territorio da scorporare, alla seduta del 12 febbraio scorso il consiglio direttivo del comitato ha dato il definitivo «via libera» ai tecnici in relazione ai fogli di mappa 1, 2, 3, 4 e 11. In pratica, si chiederà il passaggio a S. Alessio del territorio che costeggia il torrente Agrò (confine Casalvecchio Siculo) e raggiunge il confine con i comuni di Limina e Roccafiorita; sul versante Forza d’Agrò, il confine sarà determinato da punti posti sul crinale del colle che separa naturalmente le due porzioni territoriali, con integrale interessamento del territorio compreso nel foglio di mappa n. 11.

Tante le adesioni (anche in centro)
Il comitato, prendendo atto della grandissima partecipazione e adesione che sta avendo l’iniziativa nella frazione Scifì e anche a Forza d’Agrò centro, dove si sta cominciando a recepire lo spirito di reciproco vantaggio dell’iniziativa, superando (quasi) del tutto vecchie e ormai inutili rivalità che non hanno più alcun senso, ha valutato positivamente il fatto che l’iniziativa intrapresa abbia finalmente «scosso» alcuni politici di Forza d’Agrò i quali, dopo venti anni di amministrazione, si sono finalmente accorti della necessità di una strada tra Forza d’Agrò e Scifì. Tale strada, qualora venisse realizzata, avrebbe senz’altro un’importante funzione, soprattutto in chiave turistica, per i collegamenti all’interno del territorio della Val d’Agrò e consentirebbe finalmente il collegamento tra la chiesa di S. Pietro, il sito archeologico di Scifì e il nucleo medievale di Forza d’Agrò centro.

 Fonte Comunemio.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: