Condannati gli autori di furti di opere

SAVOCA – Sono stati condannati, dopo il patteggiamento, ma hanno beneficiato dell’indulto i due autori dei furti di quattro vare ed un’acquasantiera all’interno della chiesa di S. Nicolò di Savoca. Nei giorni scorsi, infatti, il Giudice Unico del Tribunale di Taormina, dott. Agostino Cisca, ha confermato il patteggiamento proposto dagli imputati (Carmelo Bertolo e Marco Rapisarda, difesi dall’avv. Davide Giugno, del foro di Catania) ed accettato dal pubblico ministero. Così, Carmelo Bertolo, con precedenti, è stato condannato alla pena di mesi dieci di reclusione, mentre Rapisarda a mesi sei; entrambi però, per effetto dell’indulto, non dovranno scontare la pena.
I fatti risalgono al 27 aprile 2004, quando i due vennero bloccati a seguito di una brillante operazione dai Carabinieri di S.Alessio e Casalvecchio Siculo, che riuscirono a trarre in arresto gli autori dei furti nella chiesa di S. Nicolò, dopo che sia a Savoca che a Casalvecchio in quel periodo si era verificati fatti analoghi. La procura della repubblica di Messina aveva chiesto la condanna dei due per il reato di furto aggravato dalla violenza sulle cose. Ma gli imputati hanno scelto di sottrarsi al processo e patteggiare subito la pena.

Archeoclub e Comune di Savoca parti civili
Al processo si sono costituiti parte civile il comune di Savoca, con l’Avv. Filippo Brianni, e la sede Area Jonica di Archeoclub d’Italia, con l’Avv. Giovanni Starrantino. Per quanto riguarda Archeoclub, è la seconda volta che l’associazione si costituisce parte civile in un processo penale contro autori di danni al patrimonio artistico. “Su questi fatti – ha commentato il presidente della sede, Santino Mastroeni – va tenuta sempre alta l’attenzione, perché troppo spesso il patrimonio artistico e culturale della Val d’Agrò è stato oggetto di danneggiamenti e furti. Siamo contenti – ha ancora detto Mastroeni – che il Comune di Savoca si è mostrato immediatamente sensibile a questo tipo di impostazione concettuale ed è intervenuta in questo processo penale”.

Fonte Comunemio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: