Archive for febbraio 2008

«Festa del limone della Val D’Agrò» a S. Alessio

febbraio 29, 2008

Dopo i successi degli anni passati, è prevista, per sabato e domenica prossimi, la quinta edizione della «Festa del limone della Valle d’Agrò».
La manifestazione organizzata dai fratelli Miano, titolari del «Bar Eros» di Sant’Alessio, e dal Consorzio Val d’Agrò, si prefigge di promuovere e sviluppare i prodotti agricoli di questa vasta vallata.
La kermesse, che si snoda in due giornate, si basa su assaggi e degustazioni gratuite offerte dai titolari di questo esercizio che, in questo contesto, festeggia anche i trenta anni di attività al servizio della comunità non solo alessese ma del comprensorio ionico.
Gli agrumicoltori della vallata hanno dato la propria disponibilità con i loro prodotti genuini e biologici, per la riuscita anche di questa quinta edizione della «Festa del limone», che ormai rappresenta un appuntamento importante per i diversi produttori che da anni, pur in presenza di una crisi costante di questi agrumi, continuano a lottare contro l’indifferenza delle istituzioni nazionali e regionali, ma anche di quelle locali che, fino a questo momento, non sono riuscite a imporsi per dare una valenza economico-commerciale ai tanti agrumi che ancora vengono coltivati in questo vasto comprensorio ionico.

Fonte Comunemio

Restaurato il “Fondo basiliano”

febbraio 29, 2008

Mandanici – Domani alle 17 nei locali del museo etno-antropologico di Mandanici sarà presentato il restauro dei libri del Fondo Basiliano. I volumi,  provenienti dalla biblioteca personale del vescovo Miceli, mandanicese, sono stati restaurati dal dott. Angelo Cristaudo di Acireale e dai suoi collaboratori, sotto la supervisione della dott.ssa Anna Maria Sgrò e dell’arch. Giuseppe Pantò, funzionari del servizio bibliografico e archivistico della Soprintendenza ai beni culturali di Messina.  Alla manifestazione, oltre al restauratore e ai funzionari, interverranno il sindaco di Mandanici, Matteo Scoglio, il vicesindaco, Giuseppe Briguglio, l’assessore alla cultura Gabriella Urso, il collaudatore Rosario Moscheo e l’esperta  bibliografa Antonina Foti. Moderatore sarà Mario Carpo, presidente del Consiglio di Mandanici. La serata sarà allietata dal locale gruppo folk, che anticiperà il buffet finale a base di prodotti tipici. Guide locali saranno a disposizione per eventuali visite ai monumenti mandanicesi.

Fonte Tele 90

La Regione ha autorizzato l’eliminazione del passaggio a livello di Letojanni

febbraio 28, 2008

Si torna a parlare dell’eliminazione del passaggio a livello di Letojanni (nella foto). Il Dipartimento regionale Urbanistica dell’Assessorato regionale al Territorio e ambiente ha infatti autorizzato a realizzare le opere in programma in variante allo strumento urbanistico comunale. Il progetto prevede la costruzione di un sottovia e di un sottopassaggio pedonale con le relative rampe di collegamento alla viabilità esistente. L’istanza era stata presentata da Rfi nel dicembre del 2006. La Regione ha dichiarato di non avere nulla da osservare sotto il profilo procedurale, anche perché non occorre acquisire il parere del Consiglio regionale dell’urbanistica, avendo già il consiglio comunale espresso parere favorevole.

Un’opera di pubblica utilità che aumenta la sicurezza
Il Dipartimento nota che il progetto «non incide sui criteri informatori dello strumento urbanistico vigente nel comune interessato, intervenendo sostanzialmente con opere infrastrutturali di limitato impatto urbanistico, risultando la maggior parte delle aree su cui dovrà realizzarsi l’intervento già interessate dalle infrastrutture esistenti (viabilità urbana, extraurbana e ferrovia) e dalle relative pertinenze e fasce di rispetto» e che «l’opera in parola riveste interesse di pubblica utilità in quanto con la stessa si intende migliorare la sicurezza del traffico pedonale e carrabile, eliminando l’attraversamento a raso della linea ferroviaria in un punto nevralgico», tra il centro abitato e l’intersezione con la strada statale 114. Si spera dunque che questo intervento possa dare nuovo slancio a un’opera attesa da cittadini e turisti.

Fonte Gaetano Rammi Comunemio

Non erano pericolosi ricercati ma turisti tedeschi in vacanza a Taormina

febbraio 28, 2008

Non erano due pericolosi ricercati americani ma due turisti tedeschi in vacanza a Taormina. La loro foto, pubblicata dai giornali italiani e trasmessa in alcuni programmi tv (tra cui «Chi l’ha visto?»), secondo l’Fbi ritraeva James J. Bulger e la sua compagna Catherine Greig. L’uomo è accusato di 21 omicidi, ricatti, traffico di stupefacenti e criminalità organizzata. Era quindi scattata, in Italia e soprattutto a Taormina, una vera e propria «cacia all’uomo». Alcuni giorni fa, però, una coppia tedesca che si è riconosciuta nell’immagine, trasmessa pure dalla televisione tedesca, ha portato a scoprire l’errore. Era già successo, comunque, nell’ottobre scorso per un crocerista americano bloccato a Portofino e qualche settimane prima per un suo connazionale che passeggiava in piazza del Campo a Siena, entrambi scambiati per Bulger.

Fonte: Comunemio

Nizza Sicilia. Smaltimento reflui, tre denunce

febbraio 28, 2008

NIZZA DI SICILIA – Il sindaco di Nizza di Sicilia, dott. Giuseppe Di Tommaso, il responsabile dell’ufficio tecnico comunale Giovanni Briguglio, e il rappresentante legale di una ditta di espurgo con sede nel villaggio messinese di S. Margherita, Pietro Visalli, sono stati denunciati per  irregolarità di smaltimento di reflui nel depuratore consortile nel quale oltre al Comune nizzardo scaricano quelli di Fiumedinisi e Alì Terme. A Visalli, inoltre, su richiesta del pm Giuseppe Farinella, il gip Daria Orlando, ha posto sotto sequestro lo stabilimento, tre autobotti per l’espurgo e strumenti tecnici per l’ispezione dei pozzi neri. Il reato contestato alla ditta è quello di attività di gestione rifiuti non autorizzata. Le indagini che hanno portato all’accertamento delle irregolarità nel depuratore di Nizza Sicilia, che si trova in contrada Olivarella, a ridosso dell’autostrada e vicino ad insediamenti abitativi, sono state coordinate dal commissario Concetto Scarcella del comando Forestale di Savoca, a seguito di ripetute segnalazioni inoltrate da alcuni abitanti della zona che lamentavano da tempo cattivi odori. Dagli accertamenti eseguiti nella sede di S. Margherita è emerso che la ‘’Visalli’’ è sprovvista delle autorizzazioni previste dal decreto legislativo 152/2006 per gestire, trasportare e smaltire acque refluee. Il sindaco e il tecnico comunale, invece, sono stati denunciati per avere affidato i lavori a una ditta non autorizzata e perché mancavano gli atti amministrativi dai quali si doveva evincere la quantità dei reflui prodotti e la destinazione per lo smaltimento. Le indagini proseguono per localizzare l’area nella quale la ‘’Visalli’’smaltiva le acque del deputatore.
Fonte : Tele90

Itala, sequestro area divenuta discarica

febbraio 28, 2008

ITALA – Denunciati sindaco, ex sindaco e dirigente tecnico del Comune di Itala per violazione del decreto Ronchi. Sequestrata un’area di 30 ettari.
I carabinieri della Compagnia Messina Sud hanno sequestrato ad Itala un’area di circa 30 ettari che un finanziamento regionale del 2001 destinava allo stoccaggio provvisorio di rifiuti speciali.

Vale a dire che entro 30 giorni i rifiuti in essa depositati andavano trasferiti in una discarica per lo smaltimento.

Ma un recente controllo effettuato dai militari dell’Arma ha permesso di scoprire che l’area conteneva 50 tonnellate di rifiuti speciali.

Frigoriferi, cucine, suppellettili varie, giacevano ammassati su quella porzione di territorio di contrada Giardino di Itala.

Sono stati denunciati per violazione del decreto Ronchi l’ex sindaco del paese, Antonino Crisafulli, l’attuale, Antonino Miceli, ed il capo tecnico del Comune di Itala, Giovanni Cuppari.

Fonte: Normanno

Ritrovato quindicenne scomparso da Letojanni

febbraio 27, 2008

LETOJANNI  È stato ritrovato a Bagnara Calabra il quindicenne scomparso venerdì mattina a Letojanni (Messina). Il minorenne girovagava in bicicletta nella piazza principale. Il ragazzo venerdì mattina era uscito da casa in sella alla bici e con lo zaino in spalla e 40 euro in tasca per andare a scuola, all’istituto comprensivo di Letojanni, ma in classe non è mai arrivato. Era stato visto salire su un treno alla stazione ferroviaria del Comune ionico. I genitori, dopo aver ritrovato lo zaino abbandonato per strada, hanno presentato denuncia di scomparsa. Mistero sul perché si sia recato in Calabria e sia sceso dal treno proprio a Bagnara.

Fonte : giornalecdicalabria.it

Colpo di scena a Roccafiorita, Santino Russo candidato comune

febbraio 27, 2008

Colpo di scena ieri a Roccafiorita. Nè il sindaco uscente Pippo Bartolotta, nè il suo rivale Concetto Orlando concorreranno alla carica più alta del Comune la prossima primavera. Strada spianata a un candidato unico, che è stato individuato nell’avvocato Santino Russo, oggi vice leader del gruppo d’opposizione, ma con un passato di esperienze comuni con l’attuale sindaco Bartolotta. A cambiare il copione di una rivalità feroce in paese era stata mesi fa la decisione del sindaco Bartolotta di non ricandidarsi a sindaco, in modo di favorire l’individuazione di un candidato che potesse rappresentare entrambi i gruppi che in questi cinque anni si erano fronteggiati anche a colpi di carta bollata, dopo il doppio pareggio con recriminazioni per… l’«arbitraggio» del presidente di seggio del giugno 2003. La scelta di Bartolotta è rimbalzata dall’altra parte del campo trovando molta diffidenza. In ogni caso, in un incontro dei giorni scorsi, Orlando aveva proposto se stesso come candidato unico o, in alternativa, proprio Russo, e aveva chiesto alla maggioranza di presentare anche lei una rosa su cui scegliere il candidato.

Sabato il colpo di scena: la maggioranza rinuncia alla candidatura
Sabato sera il colpo di scena. La maggioranza si è riunita e ha scelto di non presentare nessuno, ma di appoggiare Santino Russo qualora questa sia candidatura comune di entrambi i gruppi. «È stata una scelta dolorosa» ha detto il presidente del consiglio comunale Rosaria Restifo «perchè anche noi avevamo esponenti in grado di ricoprire questa carica, a cominciare dalla riconferma di Bartolotta; ma è una scelta che abbiamo fatto perchè riteniamo che sia preliminare a tutto rimettere la pace nel paese».

Alla maggioranza andrebbero vicesindaco e presidente del consiglio
Se l’opposizione dovesse confermare la disponibilità sul proprio esponente, Santino Russo, sarà nominato un gruppo di lavoro dei due schieramenti per definire l’organigramma. La vice sindacatura e la presidenza del consiglio andranno all’attuale maggioranza (che non ha espresso il sindaco), mentre all’opposizione resteranno gli altri due assessorati. Pippo Bartolotta dovrebbe «tenersi» soltanto il posto di consigliere comunale in modo da continuare il lavoro in corso presso l’Anci. Tutto rose e fiori, quindi? Per nulla. Il nome di Santino Russo quale sindaco pare non sia una soluzione condivisa da tutti, per via soprattutto degli impegni lavorativi e della sua lontananza da Roccafiorita. Nei prossimi giorni, quindi, si vedrà se questa «nomination», che al momento appare come difficilmente attaccabile, possa essere scalfita o meno dagli eventi.

Fonte Comunemio.it

Individuate porzioni di territorio che si vorrebbero far passare da Forza d’Agrò a S. Alessio

febbraio 27, 2008

Dopo le riunioni del consiglio direttivo del Comitato «Pro Scifì», tenutesi il 24 gennaio e il 12 febbraio, sono state definitivamente delineate le porzioni di territorio della frazione Scifì rispetto alle quali il comitato promuoverà lo scorporo dal comune di Forza d’Agrò e il passaggio al comune di S. Alessio.

Il progetto affidato al geom. Santino Mastroeni
Il progetto tecnico di scorporo è stato affidato dal comitato al geometra Santino Mastroeni, che si sta avvalendo anche della collaborazione dell’architetto Salvatore Coglitore e del geometra Carmelo Santisi. Referente tecnico interno del comitato è stato nominato il geometra Daniele Marrone.
Dopo le prime valutazioni sulle porzioni di territorio da scorporare, alla seduta del 12 febbraio scorso il consiglio direttivo del comitato ha dato il definitivo «via libera» ai tecnici in relazione ai fogli di mappa 1, 2, 3, 4 e 11. In pratica, si chiederà il passaggio a S. Alessio del territorio che costeggia il torrente Agrò (confine Casalvecchio Siculo) e raggiunge il confine con i comuni di Limina e Roccafiorita; sul versante Forza d’Agrò, il confine sarà determinato da punti posti sul crinale del colle che separa naturalmente le due porzioni territoriali, con integrale interessamento del territorio compreso nel foglio di mappa n. 11.

Tante le adesioni (anche in centro)
Il comitato, prendendo atto della grandissima partecipazione e adesione che sta avendo l’iniziativa nella frazione Scifì e anche a Forza d’Agrò centro, dove si sta cominciando a recepire lo spirito di reciproco vantaggio dell’iniziativa, superando (quasi) del tutto vecchie e ormai inutili rivalità che non hanno più alcun senso, ha valutato positivamente il fatto che l’iniziativa intrapresa abbia finalmente «scosso» alcuni politici di Forza d’Agrò i quali, dopo venti anni di amministrazione, si sono finalmente accorti della necessità di una strada tra Forza d’Agrò e Scifì. Tale strada, qualora venisse realizzata, avrebbe senz’altro un’importante funzione, soprattutto in chiave turistica, per i collegamenti all’interno del territorio della Val d’Agrò e consentirebbe finalmente il collegamento tra la chiesa di S. Pietro, il sito archeologico di Scifì e il nucleo medievale di Forza d’Agrò centro.

 Fonte Comunemio.it

I Comuni si avvicinano ai giovani futuri imprenditori

febbraio 27, 2008

Se Maometto non va alla montagna, la montagna va da Maometto. Si può riassumere così il convegno che si terrà domattina alla 10 presso l’Aula consiliare di Valdina dal titolo “dall’idea all’impresa”, realizzato dal Consorzio Comuni per il Lavoro.

Il progetto, è pensato per tutti coloro che pur avendo un’idea non hanno le informazioni e i mezzi per investire nell’imprenditoria.

Si prevede l’istituzione nei comuni consorziati di sportelli di consulenza dove i giovani troveranno accoglienza, formazione, sostegno nella progettualità e nell’accesso al credito, informazione puntuale sui bandi per usufruire delle risorse comunitarie dell’unione europea, indagini di mercato, statistiche.

Il consorzio ha investito sulla formazione quale strumento indispensabile per trasformare le idee emergenti espresse dai contesti territoriali in forme di imprenditoria capaci di sostenere le sfide economiche del mercato nazionale e internazionale.

Il comune di Valdina ospita la sede del consorzio al quale appartengono 23 comuni, Ucria, Floresta, Sinagra, Santa Domenica Vittoria, Ficarra, San Fratello, Cesarò, San Marco d’Alunzio, Pettineo, Capizzi, Castroreale, Mazzarrà S. Andrea, Basicò, San Piero Patti, Monforte S. Giorgio, Condrò, Roccavaldina, Valdina, Gualtieri Sicaminò, Limina, Gaggi, Motta Calastra e Savoca. A sostenere il Consorzio ci sono ventitre sindaci lungimiranti che hanno creduto e investito nella consortilità, il presidente del C.D.A. Franco Venuti sostenitore dell’imprenditoria, e Nino Romanzo, sindaco di Monforte San Giorgio, presidente dell’Assemblea consortile attento agli impulsi e alle esigenze del territorio.

Fonte – Orazio Bonfiglio Omniapress