Archive for dicembre 2007

Casalvecchio, concerto tv per salvare l’arte

dicembre 27, 2007

Appello del parroco, via satellite, su tele 90

CASALVECCHIO – Il parroco di Casalvecchio Siculo, padre Gerry Currò, ha lanciato ieri pubblicamente un appello per salvare le opere d’arte che rappresentano un vero patrimonio, non solo per la cittadina collinare, ma per l’intero hinterland jonico. A partire dalla chiesa madre del paese,  dedicato a Sant’Onofrio il cui culto risale ai tempi di Ruggero II come si evince dalla lettura di un suo diploma rilasciato nel 1117. La chiesa attuale, che risale al XVII secolo, ha bisogno di interventi urgenti in seguito ad infiltrazioni che hanno già rovinato la parte absidale e che rischiano di mandare in rovina il sacro ed artistico tempio, all’interno del quale si conservano pregevoli tele. L’appello, padre Gerry l’ha lanciato nel corso di un concerto per l’arte della banda musicale di Casalvecchio Siculo trasmesso in diretta da Tele 90 e dal canale satellitare Play tv, durante la quale sono state date le coordinate di un conto corrente per le offerte da devolvere al restauro della chiesa. L’iniziativa è stata già appoggiata dalla Provincia regionale di Messina. Al concerto sono intervenuti il consigliere provinciale Giuseppe Lombardo: l’ing. Salvatore Stopo, delegato della Soprintendenza, il sindaco Onofrio Santoro ed il vescovo ausiliario di Messina, mons. Franco Montenegro. Nel corso del concerto, la banda di Casalvecchio Siculo, diretta dal maestro carmelo Curcururo, ha eseguito brani classici e pezzi d’opera di Verdi, Mozart e Rossigni. Ma anche celebri colonne sonore di Morricone e pezzi più leggeri del vasto repertorio. Il concerto sarà replicato da Play Tv (canale 869 della piattaforma sky) domani alle 22 e domenica alle 18.

Fonte: Tele90

Deraglia un treno, ferito il macchinista

dicembre 19, 2007

È stata una frana a provocare il deragliamento della locomotiva del treno espresso 1930 “Freccia della Laguna”, accaduto poco dopo la stazione di Taormina (Messina) all’altezza di Letojanni. Secondo quanto ricostruito dalla Polfer, il macchinista avrebbe visto in tempo il terriccio e un albero caduto sul binario e ha quindi azionato i freni. Il locomotore però, nonostante la tempestiva azione del macchinista, è uscito ugualmente dai binari, fortunatamente ad una velocità tale da impedire che l’incidente si trasformasse in tragedia.

PASSEGGERI – Nell’impatto infatti solo uno dei due macchinisti è rimasto lievemente ferito, mentre il resto del convoglio non ha subito alcun danno e i passeggeri sono usciti illesi. Il convoglio era partito dalla stazione di Catania alle 17.30 diretto a Venezia. La linea Catania-Messina è rimasta bloccata e i passeggeri sono stati trasbordati con i pullman sino a Messina, da dove poi raggiungeranno Villa San Giovanni, per continuare il viaggio con mezzi sostitutivi approntati da Trenitalia.

(Corriere della Sera)

Il presepe vivente a Forza D’Agrò

dicembre 18, 2007

Tra le antiche tradizioni di Forza D’Agrò, di particolare interesse è la rappresentazione “vivente” della  natività di Gesù.
La suggestiva rappresentazione dell’ evento si svolge nel più antico e suggestivo borgo di Forza D’Agrò: Il quartiere medievale di “Quartarello”, borgo  risalente al ‘300, le cui caratteristiche viuzze si snodano sotto il Castello Normanno. Per le strette e antiche vie illuminate da fuochi, si diffonde una gradevole essenza d’incenso che va a mescolarsi con i profumi e gli aromi provenienti dalle varie “botteghe”. Il visitatore può inoltrarsi fra gli antichi mestieri, dove è ritemprato dai vari “bottegai” con pane caldo appena sfornato e condito da olio e pepe prodotti rigorosamente nelle campagne Forzesi, “crespelle” calde e con l’ottimo vino locale. Il lavoro di allestimento del “presepe vivente” è curato nei minimi particolari e richiede quasi due mesi di programmazione fino alla messa in scena il giorno di S. Stefano e quello dell’epifania, quando l’affluenza di migliaia di visitatori mette il giusto sigillo agli sforzi organizzativi della gente forzese.

Fonte: http://www.comune.forzadagro.me.it 

 
   
 

Il presepe vivente, un appuntamento che si rinnova

dicembre 17, 2007

Dopo il successo delle passate edizioni, che hanno registrato la presenza di centinaia di visitatori, giunge alla sesta edizione la sacra rappresentazione vivente della nascita di Gesù realizzata dalla comunità parrocchiale di Itala Marina. Un evento quello preparato dalla comunità guidata da Padre Carlo Olivieri divenuto ormai uno dei più attesi appuntamenti natalizi a sfondo culturale e religioso della riviera jonica messinese. La tradizionale manifestazione paesana ha il pregio di riunire e coinvolgere circa 80 volontari tra anziani, giovani e bambini, facendoli lavorare insieme e presentandosi dunque non solo come rappresentazione artistica ma anche come espressione di solidarietà e vita sociale.  Allestire un Presepe vivente così “vivo” non è semplice; c’è molta legna da tagliare, canne da legare, bisogna “arredare” le botteghe per gli artigiani e le locande, occorre preparare le torce a vento, l’impianto luminoso, la filodiffusione. Il sacrificio e la fatica dei giorni trascorsi tra fili, martelli e attrezzi vari scompaiono però quando le porte del presepe si aprono ai numerosi visitatori. Lontani dai bagliori delle decorazioni natalizie, la tenue luce delle fiaccole conferisce alla villetta che ospita la rappresentazione quella magica semplicità tipica del periodo in cui nacque Gesù il Nazareno. Tra pastori erranti in attesa di un “evento inspiegabile” , arabi infreddoliti e botteghe artigianali con mescolanze di profumi e delizie.  I  figuranti, animando una quarantina di scene, fanno rivivere scorci di vita quotidiana riproposta, in questa piccola Betlemme nostrana, come una comunità contadina tipica di 2000 anni fa. Come per magia il passato rivive con il suo caratteristico paesaggio, il suo folklore e le sue tradizioni, riprendono vita quegli antichi mestieri quasi dimenticati:oltre agli immancabili pastori con le loro pecore,  ecco le donne che impastano il pane ed i maccheroni per le povere mense,  l’ oste con la botte del vino, il fornaio che sforna il pane, l’astrologa con la sfera di cristallo, il pescivendolo (coi pesci rigorosamente veri e freschissimi), le donne che lavorano al telaio, il falegname e tante altre figure tipiche delle sacre rappresentazioni viventi. La grotta è costituita dall’antica chiesa del ‘600 adiacente alla villetta nella quale si svolge la rappresentazione . È qui che tra la paglia, in un tepore irreale, tra il bue e l’asinello (autentici, come tutti gli altri personaggi) sotto lo sguardo dolce di Maria e Giuseppe, dorme un “bimbo” dolcemente cullato dalle nenie di un coro pastorizio. Quella che si svolge a Itala Marina è una manifestazione che riesce a combinare religiosità, sentimento, atmosfera e solidarietà.

L’ingresso è gratuito, e le libere offerte che verranno raccolte durante le rappresentazioni , saranno interamente destinati a progetti missionari.

Sciopero Tir,disagi anche per la Riviera Jonica

dicembre 11, 2007

Cominciano a farsi sentire i primi disagi a causa dello stop nazionale dei mezzi pesanti che da ieri sta interessando anche la Riviera Jonica. Mentre gli autotrasportatori continuano a protestare sulle strade contro le buste paga basse, la mancanza di una regolamentazione del settore e il caro gasolio e, anzi, aumentano i presidi che dovrebbero proseguire fino a venerdì, anche nella Riviera Jonica Messinese  si avvertono le prime difficoltà.

Già da questa mattina alcune pompe di carburante nei distributori sono a secco, in linea con l’allarme benzina lanciato nel resto della Penisola.

Preoccupazione anche per la fornitura di alcuni generi alimentari e per i prodotti agroalimentari bloccati sulle strade.

Intanto, gli autotrasportatori siciliani, come del resto i loro colleghi nel resto d’Italia, si preparano a passare un’altra notte sulle strade e autostrade.

Mostra di documenti manoscritti

dicembre 10, 2007

Si inaugura al Palazzo Corvaja di Taormina sabato 15 dicembre la Mostra di documenti manoscritti dal 1400 in poi. L’eccezionale valore cultura dell’evento, organizzato dal Comune di Taormina e dall’Archivio di Stato di Messina, risiede nell’enorme inmportanza dei documenti che saranno presentati, quasi tutti inediti, in parte riscoperti fra le carte dell’Archivio Storico Comunale ed in parte provenienti dall’Archivio di Stato.La mostra rimarrà aperta sino il 13 gennaio e osserverà il seguente orario 10.00-13.00; 16.00-20.00.

Studenti siciliani all’Europarlamento

dicembre 8, 2007

I ragazzi vincitori del concorso scolastico del Movimento per la vita,  “Io, giovane e la famiglia” si recheranno in viaggio premio a Strasburgo dall’11 al 14 dicembre. Circa 20mila studenti di tutta Italia, infatti, hanno preso parte alla manifestazione. Tra questi vi saranno sette studenti messinesi: Maria Angela Magno (Scaletta Zanclea), Lavinia Aloiso (S.Stefano Briga), Rosaria De Francesco ( S.Filippo Inferiore) , Giuseppina Spadaro e Ivana Spadaio (Santa Teresa di Riva) , Antonio La Fauci e Valentina Buemi (Messina) , Giuseppe Lo Iacono (Mistretta).

Al termine della discussione a cui parteciperanno verrà redatto un documento, che sarà presentato all’attenzione dei parlamentari europei. Durante la “trasferta di lavoro” ai ragazzi non mancheranno momenti di festa e opportunità di socializzazione.

L’iniziativa è stata promossa dal Movimento per la vita italiano con l’alto patronato del presidente della Repubblica, con il patrocinio del Consiglio dei ministri, del ministro della Pubblica istruzione e del ministro della Famiglia.

Arrestato uomo del clan Santapaola

dicembre 8, 2007

Era sfuggito alla cattura durante il maxi-blitz dello scorso 4 dicembre a Catania. Ma ieri i carabinieri della stazione di Santa Teresa di Riva gli hanno notificato l’ordinanza di custodia cautelare relativa all’operazione “Plutone”, che nei giorni scorsi, nel territorio etneo, ha portato all’arresto di 70 persone con le pesanti accuse di associazione a delinquere di tipo mafioso, rapine e estorsioni. Si tratta di Luca Romano (nella foto), 38 anni, nativo di Cosenza e residente ad Acicastello, di professione venditore ambulante. L’uomo si era reso irreperibile e a quel punto erano scattate le indagini, eseguite in sinergia dai carabinieri di Catania e dai militari della compagnia di Taormina. Nelle ricerche sono stati impegnati militari in abiti civili del nucleo operativo taorminese, nonché quelli delle stazioni carabinieri del litorale jonico. E sono stati proprio i carabinieri di Santa Teresa di Riva a individuare il ricercato, stringendo il cerchio intorno a lui dopo aver studiato contatti e movimenti dei suoi familiari. L’uomo è stato fermato ieri pomeriggio tra S. Teresa e Furci. Dopo la notifica dell’ordinanza di custodia cautelare, Luca Romano è stato trasferito presso il carcere di Catania.

Fonte Tele90

Al via il Premio Internazionale di Sceneggiatura Salvatore Quasimodo

dicembre 6, 2007

Si è svolta a Roccalumera nell’incantevole interno della Torre Saracena, la conferenza stampa riguardo Il Premio Internazionale di Sceneggiatura Salvatore Quasimodo. Sono intervenuti Il Presidente del Parco Letterario Salvatore Quasimodo, Avv.Sergio Mastroeni, Il Vice Presidente del Distretto Etna-Taormina, Dott. Felice Stagnitta , il Sindaco di Roccalumera Avv. Gianni Miasi, il Sindaco di Mandanici Dott. Matteo Scoglio, il Dott. Massimo Caminiti quale componente della Giuria, la dott.sa Maria Clara Ocera ed il Presidente dell’Associazione Internazionale Impegnocivile Avv. Carlo Mastroeni. Da sottolineare anche un collegamento audio tenutosi con il Presidente onorario del Parco Letterario Alessandro Quasimodo

Dall’incontro\collaborazione tra Distretto Taormina Etna e Parco Letterario S. Quasimodo è nata la consapevolezza della necessità di realizzare a livello locale un evento innovativo, unico, di profonda valenza culturale e di forte impatto mediatico, che riuscisse a focalizzare su di sé tutta l’attenzione dei media nazionali, fungendo al contempo da forte richiamo turistico e elemento di differenziazione, o addirittura da vero e proprio fattore di competitività per l’offerta turistica locale: il “Premio Internazionale di Sceneggiatura Salvatore Quasimodo”, un evento dai connotati particolari e ancora unico nel suo genere in tutto il panorama nazionale, che prevede un concorso per le sceneggiature tratte dalla letteratura italiana e straniera.

Il “Premio Internazionale di Sceneggiatura Salvatore Quasimodo” mira soddisfare un bisogno locale estremamente attuale e complesso che coniuga istanze relative alla richiesta culturale, all’offerta turistica, alla promozione e allo sviluppo del territorio.
Il fulcro fondamentale dell’idea consiste nella realizzazione di un Premio letterario sui generis, destinato non ad autori di testi letterari tradizionali, come già molti ne esistono, ma riservato ad una categoria nuova relativa agli adattamenti dei testi letterari, alle sceneggiature prodotte per il cinema, la televisione e gli altri mezzi di diffusione di contenuti audiovisivi.
La sua forza innovativa e la sua enorme capacità di comunicazione costituiscono un moderno strumento di cui l’antica e nobile letteratura cartacea può avvalersi al fine di raggiungere fasce di popolazione altrimenti assolutamente estranee alla lettura.

Lo scopo del “Premio Internazionale di Sceneggiatura Salvatore Quasimodo”, sarà anche quello di sostenere e diffondere, presso i mercati stranieri e attraverso un veicolo promozionale del livello e della portata del “Premio” stesso, un’immagine nuova e allo stesso tempo antica della Sicilia, l’immagine di un’Isola di cultura e tradizione, di forti radici storiche quale culla del mito e della civiltà Mediterranea; quell’immagine legata alla figura “poetica”di Quasimodo e della sua arte, alla cultura e alle tradizioni locali, alla bellezza dei luoghi del suo territorio e ad un evento di grande appeal e contenuti come il “Premio”, che si configura come una best practice dell’infotainment di qualità: intrattenimento e turismo legato alla cultura, e nello specifico alla letteratura.

La tre giorni del “Premio Internazionale di Sceneggiatura Salvatore Quasimodo” consta di una serie di iniziative legate al concorso:

Ø Conferenze stampa e incontri fra esponenti della politica, personaggi della letteratura, dello spettacolo, del cinema e della televisione;

 Meetings fra giovani aspiranti autori\sceneggiatori, anche non iscritti al concorso, e sceneggiatori, registi e attori di fama internazionale allo scopo di favorire, attraverso il dialogo ed il confronto, la crescita culturale di tutto il movimento;

Ø Workshop fra buyers (case di produzione, registi, manager e consulenti) e vendors (scrittori e sceneggiatori emergenti, italiani ed stranieri, iscritti al concorso) al fine di permettere a entrambi i soggetti di confrontare le loro esigenze, discutere i loro interessi e, possibilmente, giungere a instaurare rapporti di collaborazione;

Ø Serate di gala con eventi e spettacoli di forte impatto emozionale e grande risonanza mediatica, arricchite da personaggi noti e apprezzati dal grande pubblico, nomi del jet set, della moda e del design;

Ø Premiazione\Gran Galà “ …ED E’ SUBITO SERA”, atto conclusivo della manifestazione che vedrà la partecipazione di personaggi di grosso calibro appartenenti al mondo della cultura, della politica e dello spettacolo (noti scrittori, attori di cinema e teatro, esperti).

Premio Internazionale di Sceneggiatura “Salvatore Quasimodo”

Programma

Sabato 1 Dicembre 2007

Ore 11.30 Conferenza stampa di lancio e presentazione

Presso Parco Salvatore Quasimodo (Roccalumera)

Prima Giornata

Giovedi’ 6 Dicembre :arrivo dei partecipanti e sistemazione negli alberghi.

pranzo presso Hotel Capo dei Greci(ME)

Trasferimento presso il salone delle conferenze della cittadina medioevale di Mandanici(Me)

Ore 16.30 Apertura dei Lavori :

Saluto delle autorita’

Presentazione della Giuria

Presentazione della madrina della prima giornata e

moderatrice Tania Zamparo

Convegno sulla letteratura e la filmografia siciliana degli

ultimi 50 anni

Interverranno

Prof.Fernando Gioviale,Avv.Pompeo Oliva,Dott.Franco La

Magna i giornalisti Nello Pappalardo e Carmelita

Ceglie gli attori Tiziana Lodato,Enrico Pappalardo,Donatella

Finocchiaro, i registi De Robiland,Roberto Faenza e e con la

partecipazione del Principe Alliata

Tavola rotonda di addetti ai lavori sul tema:

Location Sicilia e produzioni straniere

Ore 19,00 Work shop: i registi ed i produttori incontrano gli sceneggiatori.

Ore 21:00 Cena con spettacolo presso Hotel Capo dei Greci

Trasferimento negli alberghi

Seconda giornata

Venerdi’ 7 Dicembre:

Mattina libera

Ore 13,30 Pranzo presso locale tipico siciliano a Catania o Bronte

Trasferimento presso il Castello di Nelson a Bronte

Ore 16:30 Apertura dei lavori:

Saluto delle autorita’

Presentazione della madrina della seconda giornata e moderatrice

Tavola rotonda di addetti ai lavori su temi legati alle

coproduzioni, e le film commission siciliane

Finanziamenti europei e promozione del territorio attraverso

il cinema.

Interveranno

Produzione Brahma dei Fratelli Cori, Film commission

Provincia, On Fabio Fatuzzo per Film Catania Commission,

On. Giuseppe Castiglione,On. Nino Stran per la Film

commission di Taormina.

Work Shop: i registi e i produttori incontrano gli autori e gli

sceneggiatori

Nei saloni adiacenti al salone delle conferenze sara’ allestita una

Mostra fotografica e video di vari capolavori di cinema

realizzati In sicilia – opere di sceneggiatura ed adattamento

cinematografico o televisivo.

Ore 21:00 Cena con spettacolo

Trasferimento negli alberghi.

Terza giornata

Sabato 8 Dicembre:mattinata libera

Ore 16,00 Trasferimento a Nicolosi

Nella piazzetta antistante il Teatro comunale sara’ allestito un mercatino

di prodotti tipici dei 60 comuni del Distretto Taormina Etna

Ore 17:00 Saluto delle autorita’ ed apertura dei lavori

Convegno . Tavola rotonda. Work shop- incontri con la stampa

Ore 21:00 Cerimonia di Premiazione

Gran Gala “….Ed e’ subito sera”

Conduce Michele Cocuzza

Cateno De Luca si spoglia all’ARS

dicembre 5, 2007

Gesto eclatante dell’On. Cateno De Luca in sala stampa all’Assemblea Regionale Siciliana. Il deputato di DCA-Sicilia Vera aveva chiesto di incontrare i giornalisti per spiegare loro le vere ragioni che hanno portato il presidente dell’ARS Miccichè ad estrometterlo dalla Commissione bilancio.

Prima dell’inizio della conferenza stampa, De Luca si è spogliato ed ha usato una bandiera della Sicilia come pareo per coprirsi. Poi ha indossato una coppola ed ha aperto alcuni pacchi regalo destinati al presidente dell’assemblea: uno contenente una statuetta di pinocchio e l’altro il libro della bibbia. Tra la curiosità dei giornalisti ed anche di alcuni deputati (tra cui il vicepresidente dell’ARS Stancanelli ed il vice capogruppo del Pd, Giovanni Barbagallo che hanno lasciato la sala stampa un attimo prima che De Luca rimanesse nudo) è iniziata la relazione di De Luca che ha spiegato il vero motivo per cui è stato estromesso dalla commissione.

“L’on. Giovanni Barbagallo ha chiesto, sul caso De Luca, la convocazione urgente della commissione Regolamento e della Conferenza dei Capogruppo, in quanto giudica illegittimo il provvedimento di Miccichè.

Ai regali preparati per il presidente Miccichè De Luca ha attribuito un significato particolare. La statua di pinocchio perché, secondo De Luca, “Miccichè è un imbroglione sul piano politico. Il presidente ha dapprima riconosciuto con un decreto il gruppo DCa-Sicilia Vera (in deroga al regolamento), poi non ha ratificato lo stesso decreto per un semplice motivo: dovevamo stare zitti durante tutta la sessione finanziaria e poi sarebbe stato ratificato definitivamente il decreto di riconoscimento del gruppo. Però sappiamo che è già pronta una modifica al regolamento per vietare qualsiasi formazione di gruppo in deroga per cui la nostra legittima aspettativa sarebbe rimasta vana”.

 De Luca richiama l’applicazione precisa del regolamento d’aula dell’ARS che vieta sostituzioni in corsa durante la sessione di bilancio di componenti della medesima commissione. Quindi sottolinea come Miccichè abbia interpretato erroneamente le regole e – sempre riferito al presidente – “dice il falso quando cita un parere della commissione per il regolamento che non è mai stata interpellata”.

La scorsa settimana De Luca, ha ufficializzato la sua adesione al gruppo misto per evitare un primo tentativo di sostituzione in commissione bilancio. “Regalo la Bibbia affinché il presidente si converta ad un modo diverso di fare politica – prosegue De Luca – In questi giorni prende sempre più corpo l’ipotesi di una sua candidatura alla presidenza della Regione e tutto ciò non mi sembra corretto nei confronti di Cuffaro, sembra che si stia volendo già piangere il morto”.

 

Al termine della conferenza De Luca ha tentato di andare a consegnare i regali nell’ufficio della presidenza ma è stato bloccato dai commessi che lo hanno invitato a rivestirsi prima di uscire dalla sala stampa per recarsi negli uffici di Miccichè.