Il distretto di TaorminaEtna al World Travel Market di Londra

Positivi risultati per il Distretto turistico Taorminaetna che nei giorni scorsi ha partecipato alla più importante fiera del turismo mondiale: il World Travel Market di Londra, un evento che nella passata edizione, e i numeri di quest’anno registrano un lieve incremento, ha registrato oltre 5.500 espositori, tra venditori e buyers, in rappresentanza di 202 nazioni con una presenza di quasi 48.000  professionisti del turismo e circa 25.000 visitatori. Numeri assolutamente significativi perchè si tratta di una fiera businness-to-businness, quindi assolutamente riservata agli “addetti ai lavori”, compresi gli oltre 3.000 giornalisti ella migliore stampa internazionale.Il Distretto TaorminaEtna, che nell’occasione ha presentato il nuovissimo catalogo che racchiude tutte le strutture ricettive che ne fanno parte, circa 200,  ha avuto il suo spazio, all’interno dello stand allestito dall’ENIT, in una posizione strategica, ad angolo con un corridoio, che ne ha aumentato la visibilità .
“Abbiamo registrato un numero importante di contatti con operatori internazionali e nazionali che ben ci fanno sperare per la programmazione della stagione primavera estate del 2008 – sottolinea il “capo delegazione” Ernesto Del Campo, presidente della società Sviluppo Taorminaetna -.. In particolare, la nostra presenza a Londra ci ha permesso di promuovere proprio agli inglesi il Castello Nelson, in territorio di Maniace, ma di proprietà del Comune di Bronte, dove fino a poco più di vent’anni fa vivevano di eredi del grande ammiraglio. Ma abbiamo puntato anche al mercato nazionale, per recuperare quella fetta del 10% di presenze in meno registrate nella scorsa stagione estiva”.
“Nelson è l’eroe nazionale più amato, insieme al duca di Wellington – sottolinea  Valerio Scoyni, responsabile dell’ENIT in Gran Bretagna -.

Proporre agli inglesi, noti per il loro nazionalismo, di vistare un pezzo della loro storia in Sicilia può essere una grande opportunità. Ormai il sole, il mare, le bellezze ambientali possono essere proposte in qualsiasi parte del mondo, mentre i turisti cercano sempre più emozioni, storie, atmosfere assolutamente uniche e originali. Da questo punto di vista il Distretto, che propone sue luoghi conosciuti in tutto il mondo, come Taormina e l’Etna, può offrire una grande e originale attrattiva”.
Si apre, insomma, un mercato con enormi potenzialità se consideriamo che la Gran Bretagna  conta quasi 60 milioni di residenti e il 5% dei viaggiatori si reca proprio in Italia, con una predilezione per regioni dalla forte identità, come La Sicilia, la Sardegna e la Toscana. Intanto, il Distretto Taorminaetna, presieduta da Mario Bolognari, con Salvatore Spartà amministratore delegato,  allarga i propri orizzonti. Proprio da pochi giorni, infatti, 15 corsisti, selezionati nell’ambito di un progetto realizzato con l’Università di Catania e con Promuovitalia, sono in Russia (a Mosca e San Pietroburgo) dove effettueranno un periodo lavorativo di 4 mesi, che sarà successivamente completato con 2 mesi in alberghi del Distretto, per imparare la lingua russa, conoscere il mercato turistico e incentivare i flussi verso la Sicilia.

Annunci

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: