Archive for ottobre 2007

Lo Monte propone la forestazione produttiva

ottobre 8, 2007

Si è svolta domenica 7 ottobre nei locali del circolo di Cultura di Piazza Nino Presti ad Alì Terme l’assemblea comprensoriale dei Giovani Autonomisti. Alla manifestazione denominata “Noi giovani per la nostra terra” oltre ai rappresentanti del partito locali, hanno preso parte anche il deputato nazionale onorevole Carmelo Lo Monte e l’assessore regionale al territorio e ambiente Rossana Interlandi. Una sala piena e attenta di giovani e meno giovani ha assistito interessata ai lavori moderati dal responsabile di zona Giuseppe Lo Giudice. L’idea di base che spinge i giovani del Mpa jonici è quella di valorizzare le bellezze paesaggistiche e culturali del territorio per incentivare lo sviluppo turistico ed economico locale. Una prova di forza proprio nel territorio dell’ex compagno di partito Cateno De Luca che come tutti sanno ha  polemicamente lasciato il Movimento fondato da Raffaele Lombardo per fondarne uno proprio “Sicilia Vera”.  Soddisfazione per l’incontro ha espresso l’assessore Interlandi che nel suo caloroso intervento ha posto l’attenzione sulle problematiche legate alla tutela dell’ambiente e dei paesaggi. “Invito i giovani ad avvicinarsi alla politica, perché è la politica che offre la possibilità di fare le scelte”.

Alla manifestazione hanno partecipato anche diversi amministratori locali, tra cui i sindaci di Alì Terme , Alì  e Nizza di Sicilia. Carmelo Miceli ha inoltre presentato un progetto eco culturale  realizzato in sinergia col comune di Alì finalizzato alla valorizzazione del paesaggio e del territorio jonico.  Particolarmente vivace anche l’intervento dell’onorevole Carmelo Lo Monte che non ha risparmiato critiche ai governi nazionali  e regionali. Da segnalare ed apprezzata è stata la proposta della forestazione produttiva. “C’è un fenomeno che ormai incombe sulla Sicilia che è la desertificazione. La desertificazione se la si vuole affrontare in maniera seria bisogna pensare alla forestazione in maniera seria. Noi abbiamo l’opportunità di fronteggiare la desertificazione, di creare nuova occupazione e di realizzare una nuova fonte di economia e sviluppo per la Sicilia”.

Si tratta di una soluzione già applicata in altre nazioni europee come la Spagna e che solo negli ultimi tempi sta giungendo anche in Italia. La Regione Lazio per esempio è già dotata di un ufficio della Forestazione Produttiva. Esso si occupa della promozione e del coordinamento di interventi finalizzati alla realizzazione, costituzione ed utilizzazione di fonti agricole, sia individuali che collettive, private o pubbliche, per le bioenergie. Promuove gli accordi di filiera per l’utilizzazione delle bioenergie. Promuove la realizzazione, presso le aziende agricole, di impianti per la produzione di energia da fondi alternative, sia per autoconsumo che per le forniture di rete, nonché di opere ed iniziative per il risparmio energetico.

Annunci