Pagliara, dissequestrati i documenti del Comune

Provvedimento del Tribunale del riesame

PAGLIARA – Il tribunale del riesame di Messina (presidente Adornato, giudici: Ignazitto e Scavezzo) ha disposto il dissequestro di tutti i documenti e del computer sequestrati dai carabinieri davanti al Comune di Pagliara, mentre venivano caricati su una macchina, parcheggiata davanti al municipio. I carabinieri di Roccalumera e di Alì Terme, che avevano agito sotto le direttive del cap. Manuel Scarso, avevano successivamente trasmesso il carteggio al pm Claudio Onorati, che convalidò il sequestro di documenti e di computer che stavano per essere portati via dal Comune di Pagliara. Dopo la convalida, il Pubblico ministero aveva disposto un ulteriore sequestro di documenti, rinvenuti dai carabinieri a seguito di perquisizione nelle abitazioni del segretario generale dell’Unione Valli Ioniche e di un funzionario del Comune di Pagliara.
Contro tali provvedimenti, l’avv. Giovambattista Freni ha proposto due richieste di riesame. Richieste che sono state accolte nell’udienza di avantieri dal presidente Adornato del Tribunale di Messina che ha disposto il dissequestro di documenti dell’Unione dei Comuni Valli Ioniche e computer, vicenda per la quale il Pm aveva ipotizzato i reati di falso per soppressione e peculato.
Come si ricorderà, alle ore dieci del 16 maggio scorso, cioè due giorni dopo la vittoria del nuovo sindaco Santino Di Bella, i consiglieri eletti sono stati chiamati al Comune per la convalida. E mentre la gente era in attesa di poter entrare nella sala consiliare, qualcuno dal municipio continuava a portare fuori carpette piene di delibere e un computer. Sono stati avvisati i carabinieri, che sono giunti tempestivamente cogliendo in flagranza una persona che continuava a portare carpette dentro una macchina. Tutto il carteggio e un computer sono stati successivamente sequestrati dai carabinieri. Il segretario generale dei comuni dell’Unione si è rivolto all’avv. Giambattista Freni per essere tutelato. E così all’udienza del riesame, il legale del Foro di Messina ha chiesto e ottenuto il dissequestro di tutti gli atti e del computer.

Fonte Tele90

Annunci

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: